lunedì 23 maggio 2011

...e....la clessidra scorre...

Chissa come mai, chissà perchè. Francamente me lo sono chiesto per tanto ed ormai ho come la sensazione che nessuno mi darà mai una risposta. Sono qui seduto da giorni, col pensiero di quello che è, di quello che potrebbe essere. Da ieri c'è solamente un caldo torrido che mi inebria, che mi fa stare male. Tornando a casa, intendiamoci, la casa sbagliata, ho sola la sensazione di morire dall'afa, meno male che con me c'è un piccolo grillo parlante che mi sta sempre nel taschino e mi aiuta nei momenti difficili. Arrivati è come se nulla fosse stato fatto, se nulla abbia veramente senso, tutto di corsa, tutto senza faermarci mai a pensare alle conseguenze. Purtroppo le cose da fare sono molte, e il tempo scarseggia, ogni minuto la clessidra diminuisce sempre piu la sua sabbia, sempre meno speranze e voglia di fare, chissà cosa succedera quando tutto il contenuto sara finito, quando la sabbia che scorre sarà solo un piccolo ricordo lontano....