domenica 21 agosto 2011

Royal pains - stagione 1° e 2°

Ed ecco qual un altro telefilm sui dottori statunitensi, però a differenza del classico ambientato in ospedale, qui siamo alle prese con una serie dove come protagonista abbiamo un medico a domicilio, Hank Lawson, un giovane e promettente medico di un pronto soccorso di New York. Durante un concitato pomeriggio, sceglie di occuparsi prima di un ragazzo afroamericano ferito gravemente, piuttosto che dell'uomo considerato il maggior finanziatore dell'ospedale per cui lavora – che si trova ricoverato li, e che
successivamente, per una sfortunata complicazione, muore. Nonostante la scelta di Hank
sia stata moralmente e legalmente giusta, gli viene intentata causa e licenziato in tronco.
A seguito di ciò, tutto il suo mondo sembra crollargli addosso: gli è impedito di lavorare
in qualsiasi altro ospedale dello stato, la sua ragazza (e promessa sposa) lo lascia e così
Hank si ritrova di colpo solo e senza soldi, trascorrendo tutto il suo tempo chiuso in casa a contemplare il suo fallimento. Un giorno, per tirarsi su di morale, accetta l'invito di suo fratello Evan (di professione commercialista) a trascorrere un piccola vacanza negli Hamptons, meta vacanziera di ricche e benestanti famiglie. La sera stessa del loro arrivo, il fratello lo convince ad
imbucarsi ad una festa organizzata da Boris Kuester von Jurgens-Ratenicz, un ricco
signore del luogo: qui Hank salva la vita a una giovane modella ospite del padrone di
casa, intuendo subito (a differenza del loro medico di fiducia) la causa del suo malore.
Boris, colpito dalle qualità di Hank, gli propone di diventare il suo "medico a
domicilio" (nuova figura professionale molto in voga tra i benestanti). Inizialmente Hank rifiuta, ma presto le voci sulla sua bravura si spargono per la comunità – tanto da essere
subito contattato da Divya Katdare, una giovane ragazza del posto che vorrebbe fare
pratica in medicina – ed in breve tempo il medico è letteralmente sommerso dalle più
strambe richieste di aiuto; lui non è entusiasta di questa situazione, e vorrebbe solo
tornare subito a casa a risolvere i suoi problemi, ma durante una visita incontra
casualmente Jill Casey, la responsabile dell'Hamptons Heritage, l'ospedale della contea: per Hank è praticamente un colpo di fulmine, e così (anche per via delle insistenze di Evan e
Divya, e dei guadagni decisamente facili che questo nuovo lavoro offre) decide di
restare e diventare il "medico a domicilio" della comunità. Naturalmente gli intrecci amorosi non mancano e sopratutto la comicità di Evan rende tutto molto leggero e di facile visione. Un telefilm molto carino e non eccessivamente impegnativo.