giovedì 6 ottobre 2011

5.5 - L' Ascendente di Betrayer

Durante l'invasione della Legione ad Ashenvale, Illidan fu liberato dalla sua prigione dopo diecimila anni di prigionia. Anche se ha cercato di aiutare i suoi compagni, ben presto ritornò ad utilizzare e farsi corrompere da un potente artefatto chiamato il Teschio di Gul'dan. In questo modo, Illidan sviluppò caratteristiche demoniache ed una potenza fuori dal comune. Ha anche ottenuto alcuni dei vecchi ricordi di Gul'dan - specialmente quelli della Tomba di Sargeras, infatti il dungeon dell'isola si dice contenga i resti del Titano Oscuro, Sargeras.

Gul'dan

Pieno di potenza e libero di vagare di nuovo per il mondo, Illidan cercava continuamente di trovare il suo posto nel grande schema delle cose, purtroppo Kil'jaeden gli fece un'offerta che non poteva rifiutare, infatti Kil'jaeden covava rancore per la sconfitta di Archimonde al Monte Hyjal. Conscio anche del fatto che la sua creazione, il Re Lich, stava diventando troppo potente per essere controllato, Kil'jaeden ordinò ad Illidan di distruggere Ner'zhul e porre fine alla piaga dei non morti una volta per tutte. In cambio, Illidan avrebbe ricevuto poteri inimmaginabili e un vero e proprio luogo tra i signori della Legione Infuocata.Illidan si apprestava quindi a distruggere il Frozen Throne, e la icy crystal caskin in cui lo spirito del Lich King risiedeva, ma sapeva anche che avrebbe avuto bisogno di un potente artefatto per completare la sua missione. Utilizzando le conoscenze che aveva acquisito dalle memorie di Gul'dan, Illidan decisein ultimo di cercare la Tomba di Sargeras e rivendicare il Titano Oscuro che albergava al suo interno. Però per riuscire, gli servivano degli alleati, quindi dicise di chiamare al suo fianco i Naga, che guidati dalla strega Lady Vashj seguirono Illidan fino negli abbissi della tomba di Sargeras.




Lady Vashj

Contemporaneamente Maiev che era stato il carceriere di Illidan per diecimila anni, assapora la prospettiva di catturarlo nuovamente, purtroppo Illidan superando in astuzia Maiev ed i suoi Osservatori riuscì a rivendicare l'Occhio di Sargeras. Giunto a Northrend Illidan usò l'Occhio per lanciare un incantesimo distruttivo contro cittadella del Re dei Lich. L'attacco di Illidan frantumò le difese del Lich King, e l' incantesimo distruttivo di Illidan fu fermato solamente quando suo fratello Malfurion e la Sacerdotessa Tyrande arrivato per aiutare Maiev.Sapendo che Kil'jaeden non sarebbe stato contento della sua incapacità di distruggere il Trono Ghiacciato, Illidan fuggì nella dimensione parallela nota come le  Outland, aspettando il momento per attaccare Kil'jaeden. Dopo essere riusciti a fermare Illidan, Malfurion e Tyrande tornarono a casa ad Ashenvale per continuare a proteggere il proprio popolo. Maiev, di suo non abbandonò la sua missione e segui Illidan nelle Outland, determinato sempre più il suo scopo.