giovedì 10 novembre 2011

Diario di un Guerriero - Capitolo 1

La luce della candela illumina con la sua flebile fiamma tutta la stanza.
In questo silenzio, rotto solamente dallo scoppiettare del fuoco, mi tornano in mente i momenti della mia infanzia quando ero semplicemente un ragazzo, troppo vecchio per i giochi e troppo piccolo per l'amore.
Purtroppo il tempo è trascorso inesorabile e nulla può riportarlo indietro.
Ero giovane e volevo solo una cosa: crescere il prima possibile per emulare le gesta dei grandi eroi della storia.
Ma ora vorrei solo tornare giovane e vivere spensierato e felice ogni giorno della mia vita.
Ricordo un giorno, quando in città un forte tumulto iniziò ad agitare tutta la popolazione, i grandi e forti guerrieri dell'esercito cercavano nuove reclute.
Giovani forti e promettenti da schierare tra i loro ranghi per sconfiggere il Lich king e la sua temibile armata.
Io ero giovane e ambizioso andai e mi iscrissi, all'insaputa dei miei genitori, che nulla poterono davanti alla mia decisione.
Da quel giorno in poi non ricordo un solo momento della mia vita in cui ho dormito serenamente.
Ogni giorno dovevo affrontare mille avversità, mille allenamenti per temprare il mio corpo e il mio spirito. Ancora oggi non so perchè feci quella scelta...
So solo che nel mio cuore sentivo di voler aiutare ''la causa'', volevo sconfiggere il ''mostro'' e riportare la pace nella mia terrà.
Volevo semplicemente riportare la serenità nel viso di mio padre e di mia madre.
Assorto in questi pensieri poso la penna ed apro l'armadio dalle mie spalle.
Dentro una custodia di pelle trovo la mia prima spada e non posso che sorride davanti alla semplicità della sua struttura e pensare che un tempo mi sentivo invincibile con quella tra le mani.
Un tempo in cui ero semplicemente una recluta, con mille sogni e mille aspettative...