mercoledì 18 gennaio 2012

Sherlock Holmes

Ed eccoci qui, finalmente mi sono convinto a guardare questo film, e devo dire che ne sono rimasto davvero soddisfatto . . . Il film inizia con Sherlock Holmes, il più grande investigatore del Regno Unito, e il suo compagno, il dottor Watson, che interrompono un rito, il quale avrebbe dovuto terminare con il sacrificio di una giovane donna. Il celebrante si scopre essere Lord Blackwood, che viene imprigionato e condannato a morte per impiccagione.
Tre mesi dopo lo stesso Lord Blackwood chiede come ultimo desiderio prima della pena di poter incontrare Holmes. Durante tale incontro profetizza il proprio ritorno dalla morte. L'impiccagione ha quindi luogo e Watson, il medico presente all'esecuzione, ne constata il decesso. Subito dopo Irene Adler, una ladra bella e furba, contatta il detective e lo induce a investigare su Blackwood. Effettivamente, il giorno dopo la tomba di Blackwood è trovata scoperchiata, con la bara occupata dal cadavere di un altro individuo di nome Imskay, amico di Irene: Blackwood pare appunto essere resuscitato come aveva predetto, questo inizia a gettare nel panico la città.
Avvengono altri tre terribili e misteriosi omicidi, apparentemente avvenuti per cause magiche. Holmes risale a un libro di magia nera e ad alcuni elementi per praticarla, ma contemporaneamente perlustra un sudicio laboratorio, al quale era giunto per indizi successivi. Holmes rifiuta qualsiasi spiegazione magica, ma lega la simbologia della magia nera agli eventi accorsi per individuarne un filo logico.
Al termine dei ragionamenti capisce come siano avvenute realmente le morti e che è in pericolo il Parlamento inglese e la vita dei parlamentari stessi. Raggiunge quindi il palazzo e individua un complesso marchingegno elettrico e chimico costruito per uccidere i parlamentari tramite gas, sventando il piano e i trucchi dell'ingegnoso Lord Blackwood, che aveva usato delle armi biologiche per far sembrare magici gli omicidi e tutto il resto. Infine i due si scontreranno sul Tower Bridge in costruzione, dove Blackwood rimane impiccato ad una catena di ferro. Il film si conclude in modo ambiguo con un finale aperto, introducendo la figura del professor Moriarty. Ora non posso non vedere il secondo capitolo . . . speriamo sia all'altezza del primo.