venerdì 18 maggio 2012

Sandra Carresi -La seduzione del cacao



Non posso, non voglio, non oso
farne a meno.

A volte ci provo
e resisto.

Per giorni, settimane
ma poi…,

non posso, non voglio, non oso
privarmi delle sue capacità corroboranti,
né della sua attività afrodisiaca
e
venendo a patti con i carboidrati,
non me ne privo affatto,
imparando a gustarla con parsimonia
e fino in fondo.

Il rito si ripete
quando si appoggia alle
mie labbra e,
quel gusto, sapore, profumo
mi inebria come sempre il palato,
che poi diventa amaro
e al tempo stesso
squisito.

Andando poi giù,
dove il buio
è ancora più blu,
il calore si spande per
tutto il corpo
fino ad inebriare la mente,
stordire i sensi
e rallegrare i pensieri.

Se gli Dei bevono ambrosia,
io bevo te, cioccolato,
soggiaccio alla tua seduzione,
affogando così, i malesseri terrestri.