lunedì 26 gennaio 2015

Licia Troisi - Le leggende del Mondo Emerso II - Figlia del sangue

Dopo tanto, torno a leggere e a concludere un libro che da molto mi attende sugli scaffali della libreria. Praticamente il penultimo della mega saga di 9 volumi sul Mondo emerso di Licia Troisi.
In questo volume, troviamo il continuo spazio temporale del volume precedente, senza fronzoli.
La trama infatti vede il male che il popolo degli elfi ha seminato nel Mondo Emerso sta decimando la popolazione, ha gettato città e villaggi in un gorgo di violenza e disperazione. Mentre la sacerdotessa Theana cerca una cura per il morbo e la regina Dubhe organizza una debole resistenza contro le milizie elfiche, la sola speranza del Regno minaccia di svanire: Adhara, la ragazza senza passato. Perché Adhara è molto più che una guerriera: è un’arma, la più potente che il Mondo Emerso abbia mai posseduto nella lotta contro chi insidia la sua pace. E soprattutto, Adhara non è una predestinata: è una Consacrata, una creatura generata al solo scopo di combattere Marvash, il male assoluto che eternamente si alterna al bene nei cicli della storia. Ma il suo destino era un altro, quello di una ragazza mortale abbandonata dalla vita su un prato, e quel destino ora vuole riprendere il suo corso, a costo di distruggerla. Un nuovo, imprevisto nemico ostacola Adhara nella sua missione: non più l’amore per Amhal e la sua anima dannata, non più la follia della peste, ma un’ombra inestinguibile che le chiederà un prezzo altissimo.
Ora non mi resta che leggere l' ultimo volume...e concludere così questa lunga saga...che non ha nulla da invidiare alle saghe fantasy simili, come ad esempio il signore degli anelli.

mercoledì 21 gennaio 2015

American Sniper

Parlare di American Sniper, l'ultimo film di Clint Eastwood, non è semplicissimo. In effetti in poche parole è un film abbastanza patriottico, propagandistico nei confronti delle guerra in Iraq . . . ma non solo questo!
La trama vede il protagonista, Chris Kyle, giovane uomo del Texas cresciuto in una famiglia tradizionale, credente in Dio, amante della caccia, dei rodeo, della sua famiglia e della Patria. Custodisce la tenace convinzione, trasmessagli dal padre, che al mondo esistano tre tipi di persone: i lupi, le pecore e i cani da pastore, gruppo quest'ultimo nel quale si riconosce. Chris si è infatti sempre distinto per un forte senso di giustizia e dopo aver assistito in televisione agli attentati alle ambasciate statunitensi del 1998 in alcuni Paesi africani, decide di arruolarsi nei Navy SEAL dopo essere stato tradito dalla sua ragazza mentre partecipava ad un rodeo.
Durante il durissimo addestramento Chris conosce la donna che diverrà sua moglie, Taya, e, distintosi per le sue doti da cecchino (che ha dimostrato sin da piccolo durante le battute di caccia col padre) viene inviato in missione in Iraq per proteggere i suoi commilitoni. Kyle diviene ben presto un mito grazie alle sue abilità, tanto da meritarsi il soprannome di "Leggenda", mentre i miliziani iracheni lo ribattezzano Shaiṭān Al-Ramadi ("il diavolo di Ramadi") e offrono una taglia di 180.000 dollari per la sua uccisione.
Chris si recherà in Iraq per ben quattro turni, consolidando la sua reputazione e aumentando il numero di vittime fino a diventare il cecchino più letale nella storia delle forze armate statunitensi, ma allontanandosi sempre di più dalla sua famiglia e dalla vita da civile: la fede incrollabile nella missione di proteggere i suoi compagni d'arme e il senso di colpa per non averli salvati tutti diventano infatti un handicap quando cerca di reinserirsi nella pacifica comunità dove abita con la sua famiglia.
Il film è molto espliciti in molti punti e sopratutto ti mette davanti agli occhi la realtà . . . la guerra in molte sfaccettature, anche molto cruente, e la reazione che gli uomini possono avere una volta tornati a casa.
Non è sicuramente un film per tutti, ma fa pensare . . .  e come se fa pensare, in particolare su quanto è sbagliata la guerra (non è certo la prima volta che lo scoprirete) e sopratutto su quanto segna gli uomini . . . da tutti i punti di vista!

Destiny Chronicles - Intro: Un nuovo inizio


Lo chiamammo “Il Viaggiatore“: per noi era soltanto una grande sfera piombata nel sistema solare intorno l’anno 2020, precisamente vicino Marte, di cui disconoscevamo la natura ed il significato. Alieni? un Dio? Il suo arrivo ci cambiò per sempre. Godemmo del suo enorme potere: esso, infatti, condivideva la propria tecnologia con il nostro pianeta facendo evolvere molto più rapidamente l’intero genere umano. Grandi città furono presto costruite su Marte e Venere, Mercurio divenne un pianeta fertile; l’aspettativa di vita triplicò! Fu un’epoca di miracoli; guardavamo la galassia e sapevamo che il nostro destino era camminare nella luce di altre stelle. Ma il viaggiatore aveva un nemico: l’Oscurità, che lo cercava da millenni nei bui vortici dello spazio. Molti secoli dopo l’età dell’Oro l’oscurità ci trovò e fu la fine di tutto, il Crollo. Ebbe inizio una grande guerra, che ben presto portò al Collasso: la razza umana venne decimata e venne danneggiato persino Il Viaggiatore, che scese in un silenzio profondo vicino la Terra. I sopravvissuti costruirono una città proprio sotto la grande sfera bianca, la quale riusciva ancora ad emanare una debole energia, sufficiente a proteggere l’Ultima Città e tutti i suoi abitanti. Da allora, l’umanità ha avuto molto tempo per studiare il Viaggiatore e comprendere come sfruttarne al meglio l’energia.
Questo ha permesso agli uomini di formare un’unità d’elitè insieme alla sottospecie umana degli Insonni ed i robotici Exo: I Guardiani. Essi hanno dunque ereditato l’arduo compito di difendere la città, dovendo inoltre combattere l’Oscurità nel resto della galassia, sotto il giuramento di far tornare l’umanità agli albori di un tempo.

Autore: Albert Cyrus
Testo originale su: www.theincipit.com